NO alla tassa di soggiorno a Varese

COMUNICATO STAMPA

No alla tassa di soggiorno

La reazione di Federalberghi Varese dopo l’articolo apparso su La Prealpina in cui si riporta il suggerimento di introdurre a Varese la tassa di soggiorno

VareseFederalberghi Varese dice no all’ipotesi di introduzione della tassa di soggiorno a Varese e lo dice ribadendo il suo ruolo come unica associazione di rappresentanza del settore alberghiero sul territorio.
Il suggerimento di introdurre la tassa di soggiorno al fine di reperire fondi è stato rivolto all’amministrazione cittadina e riportato in data 10 agosto dal quotidiano La Prealpina: ma tale proposta non solo appare fuori luogo e inopportuna, ma trova la contrarietà totale degli operatori del settore alberghiero.

La tassa di soggiorno ha la caratteristica di appesantire il costo della stanza per gli ospiti e di rendere quindi i prezzi meno competitivi creando disparità di condizioni tra gli operatori dei diversi Comuni.
Non va dimenticato inoltre che i proventi di una simile tassa devono essere destinati poi unicamente a interventi che rendano più attrattiva la città, con un riverbero più generale sul decoro e la vivibilità della città, a spese però dei soli albergatori.
In conclusione non si percepisce la necessità di un nuovo ulteriore balzello.

CONTATTI

contactus

scadenze e appuntamenti

  • 1
  • Incontro gestione prenotazioni Granfondo Tre Valli Varesine

    Al fine di illustrare compiutamente le modalità di gestione delle prenotazioni, gli aspetti contrattuali conseguenti nonché tutte le informazioni tecniche

    Leggi tutto

PIATTAFORMA E-LEARNING

BANNER PIATTAFORMA E LEARNING